Tameer Preloader

SOGEK- RISTRUTTURAZIONI

COME APRIRE E RISTRUTTURARE UN BED AND BREAKFAST

Prima di tutto è importante sapere che al momento questa attività non è ancora considerata un lavoro a tutti gli effetti e questo vuol dire che non dovremmo aprire nessuna Partita Iva e non è necessario iscriversi alla Camera di Commercio quindi non si dovrà rilasciare alcun documento fiscale all’atto del pagamento purchè l’attività sia a carattere occasionale (ovvero si fa nell’arco di un anno un’interruzione di 90 giorni), l’unica tassazione da tenere in considerazione sarà quella ai fini IRPEF.

La prima cosa da fare per aprire un Bed and Breakfast è quella di consultare la specifica Legge Regionale in materia. Le Leggi Regionali si rifanno alla Legge Principale: Legge 29 Marzo 2001, n° 135 “Riforma della legislazione nazionale del turismo”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n° 92 del 20 Aprile 2001 e nuovo d.lgs. n° 79 del 23 maggio 2011 pubblicato alla G.U. n° 129 del 06 giugno 2011 (d.lgs che ha introdotto il B&B a carattere imprenditoriale).

Vediamo di seguito quali sono i requisiti per ottenere la licenza di B&B.

REQUISITI  PER  OTTENERE  LA  LICENZA  DI  BED  AND  BREAKFAST

Tutte le Regioni chiedono che gli immobili che vengono utilizzati per il B&B siano in regola con i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari, e di sicurezza.

L’alloggio deve avere massimo da 3 a 6 camere debitamente arredate con letto, armadio, comodini, lampade, sedie, cestini, gettacarte, per un massimo di 6/20 posti letto (requisiti variano da Regione a Regione).

I requisiti minimi richiesti per l’apertura di un B&B sono: 14 mq per la camera doppia, 8 mq per la camera singola, tutte le conformità per gli impianti tecnologici (elettrici, gas, termico). Anche questi requisiti possono subire delle variazioni da Regione a Regione.

Anche i servizi igienici devono offrire attrezzature minime (vasca da bagno, doccia, lavabo, water, bidet, specchio con presa di corrente e chiamata di allarme).

ristrutturazione bed and breakfast Roma
Non è previsto l’uso di un bagno privato per gli ospiti, cioè se disponiamo di un solo bagno sarà possibile per noi condividerlo con i nostri clienti.

E’ ovvio che sarà molto più difficile vendere una camera senza il proprio bagno privato (sia esso interno che esterno) rispetto ad una che ha i servizi privati.

E’ preferibile avere 2 camere e 2 bagni piuttosto che 3 camere e 1 bagno.

La normativa prevede anche che il titolare del B&B sia il proprietario o il comproprietario dell’appartamento e deve avere la residenza nello stesso (durante il periodo di apertura del B&B).

Alcune regioni consentono anche la residenza in altri immobili vicini alla struttura ed è comunque sempre richiesta la reperibilità.

Se l’appartamento in cui risiede è in affitto e non siete i proprietari allora dovrete fornirvi di un

“Atto di Assenso” dove il proprietario vi darà il consenso a svolgere attività di B&B.

Come ultima cosa dovrete verificare che il condominio non precluda l’apertura di esercizi di B&B.

COSA  BISOGNA  FARE  PER  APRIRE  UN  BED  AND  BREAKFAST:

Verificati i punti di cui sopra, bisogna essere in possesso dei seguenti documenti:

  • La planimetria dell’unità abitativa in scala 1:100 o 1:50 firmata da un tecnico iscritto all’albo professionale o catastale.
  • Atti comprovanti la disponibilità dei locali (compravendita, affitto ecc.).
  • Certificato di residenza.
  • Fotocopia documento d’identità.

Una volta reperiti i documenti di cui sopra, si compila il modulo di domanda di apertura B&B che si può richiedere all’Azienda di Promozione Turistica (A.P.T.) e si presenta una Scia (segnalazione certificata di inizio attività) al Suap del Comune in cui viene aperto il B&B. La Scia varia di Regione in Regione così come i documenti richiesti.

L’invio della Scia e dei documenti allegati viene sempre eseguito per via telematica, esistono però dei Comuni che ancora consentono l’invio della documentazione via e-mail tramite posta elettronica certificata (Pec).

L’azienda di promozione turistica una volta ricevuta la domanda provvederà entro 20/30 giorni ad effettuare appositi sopralluoghi nelle strutture che richiedono l’apertura di B&B, ai fini della conferma dell’idoneità all’esercizio dell’attività.

RISTRUTTURAZIONE  BED  AND  BREAKFAST  ROMA

La Sogek oltre a ristrutturare immobili ad uso abitativo e commerciale, opera anche nel settore alberghiero.

Se desideri ristrutturare il tuo Bed and Breakfast ti invitiamo a contattarci e richiedere un preventivo o un sopralluogo gratuito.

 


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *